Erlach

La fondazione della cittadina va attribuita al vescovo basilese Burkhard von Ferns che qui costruì, intorno al 1100, un castello. Dell'architettura medioevale va menzionata la sala dei cavalieri con soffitto a travi poggiante su pilastri scolpiti tardo-romanici.
Gli inizi di Erlach si collocano alla fine dell'XI secolo. Dopo il volgere del millennio, i Conti di Fenis rivendicarono il potere della zona. Fu Burkhard von Fenis (vescovo di Basilea 1072-1105) a costruire il castello di Erlach e suo fratello Kuno (vescovo di Losanna 1093-1103) a donare l'abbazia di Erlach. L'abbazia benedettina di Erlach o di St. Johannsen occupò ben presto la maggior parte delle parrocchie della zona. Il conte Rodolfo II di Neuchâtel-Nidau (un discendente di quelli di Fenis) concesse a Erlach i diritti materiali intorno al 1266, ossia vari diritti e disposizioni speciali che distinguono la città dal villaggio. È possibile che la ragione di ciò sia stata la guerra scoppiata tra Asburgo e Savoia nel 1264 per rafforzare la cittadinanza dell'esposto Erlach. A Erlach, il tangibile significa la prima notizia della città e della cittadinanza stessa, mentre la chiesa e i Cavalieri o Junkers di Erlach sono stati menzionati più volte dalla fine del XII secolo. Il castello di Erlach è uno dei più antichi del Cantone di Berna. Fu costruito alla fine dell'XI secolo dal conte Burkhard von Fenis per proteggere la strada che passava nella parte alta del lago. Nel XIII secolo la città vecchia fu gradualmente ampliata, ponendo così la prima pietra di una piccola città.

Da non perdere

Il Castello

La chiesa Riformata

Isola di San Pietro

Caratteristiche

print
Abitanti: 1405
Altitudine: 433 m s.l.m.
Cantone: Berna
Cultura
Paesaggio
Gastronomia