Grimentz

Villaggio della Val d'Anniviers in perfetto stato di conservazione; si estende lungo una stretta via fra case in legno e muratura, granai e fienili caratteristici.
Ex comune VS, distretto Sierre, dal 2009 forma con Ayer, Chandolin, Saint-Jean, Saint-Luc e Vissoie il comune di Anniviers; (prima del 1052: Grimiens; antico nome ted.: Grimensi). Situato nella valle d'Anniviers, sulla riva sinistra della Gougra. A sud ovest del villaggio sono stati rinvenuti un notevole complesso di disegni rupestri e pietre cuppelliformi. Come tutta la valle d'Anniviers, dall'XI sec. Grimentz dipese in successione da Aimo, vescovo di Sion, dai conti de Granges, dalla fam. d'Anniviers (1200-1360) e dai signori von Raron (1381-fine XV sec.). Nel 1243 Grimentz fu il primo villaggio della valle a costituirsi in comune. Sul piano religioso, Grimentz dipese dalla parrocchia di Anniviers (chiesa parrocchiale a Vissoie) fino al 1798, poi divenne rettorato (1825) e parrocchia autonoma (1933). La chiesa, del 1830, fu ricostruita nel 1951, mentre la cappella di S. Teodulo sorse nel XVII sec. L'oratorio (1762) e una cappella del XVIII sec. sono dedicati a Nostra Signora della Compassione; una Via Crucis conduce alla cappella di Les Meyes (Nostra Signora delle Rose, 1971). Fondata sull'agricoltura di montagna (razza Hérens sugli alpeggi di Avoin, Moiry e Torrent) fino all'inizio del XX sec., dal decennio 1960-70 l'economia di Grimentz si è orientata verso l'industria (costruzione dello sbarramento di Moiry, 1957) e il turismo. Il villaggio è noto soprattutto per aver saputo conservare la tipica architettura della valle.

Da non perdere

La casa comunale

Le cantine per la conservazione del vino

Gli antichi chalet

Caratteristiche

print
Non ci sono eventi in arrivo al momento.
Abitanti: 475
Altitudine: 1572 m s.l.m.
Cantone: Vallese
Cultura
Paesaggio
Gastronomia