Tschlin

Tipico villaggio engadinese, ubicato su un soleggiato terrazzo che domina il fiume Inn e la bassa Engadina al confine con l’Austria. Di grande interesse la chiesa a sala tardo-gotica con coro poligonale costruita nel 1515 da Bernardo di Poschiavo.

Il comune di Tschlin prende il nome dall'insediamento principale, che si trova su una terrazza sul lato sinistro dell'Inn ad un'altitudine di ben 1 500 metri sul livello del mare. Nei vecchi documenti Tschlin compare sotto il nome di Ciline, de Sline, in vico Cilinis o Schlines. Fino al 1943 era in uso il nome tedesco Schleins. L'agricoltura e la silvicoltura sono un'importante fonte di reddito a Tschlin, con circa un terzo della forza lavoro che lavora in questo settore. La maggior parte degli abitanti, tuttavia, sono occupati nel terzo settore (servizi), che è dovuto alla posizione vicino al confine e alla zona di esclusione doganale Acla da Fans. Da non perdere assolutamente è la chiesa a sala tardo-gotica con coro poligonale costruita nel 1515 forse da Bernardo di Poschiavo che utilizzò parti del santuario esistente. Nell'interno sono conservati affreschi dell'inizio del sec. XVI: sulla parete sud del coro, Maria Maddalena al cospetto di un santo vescovo; sulla parete est della navata, S. Sebastiano e Santi; in alto, S. Giacomo. Sulla chiave di volta dell'arco trionfale, il sudario della Veronica e, sulla parete ovest, scene della vita di San Biagio. Di fronte alla chiesa, fontana Donna Lupa del 1960.

Da non perdere

 

La chiesa tardo gotica

 

La fontana Donna Lupa

 

La birra di Tschlin

 

Il panorama

Caratteristiche

Abitanti: 448
Altitudine: 1530 m s.l.m.
Cantone: Grigioni
Cultura
Paesaggio
Gastronomia